Home > News > Il nostro appuntamento mensile lungo il percorso della Mille Miglia fa tappa a Sirmione.
26 Marzo 2021 / 7 min read

Sirmione è una delle più belle località del Lago di Garda, tra Veneto e Lombardia, molto apprezzata da turisti italiani e stranieri. Grazie al poeta Catullo, è conosciuta anche come "la perla delle isole e delle penisole" e come meta termale rinomata per le proprietà curative delle sue acque.

Dopo la caduta dell'Impero romano d'Occidente, fu inglobata nel regno longobardo, e durante la signoria Scaligera, nel secolo XIII, furono costruite le mura che la circondano e l'imponente Rocca. Ad oggi ospita un centro termale di livello internazionale e offre ai visitatori un interessante e ampio patrimonio storico e artistico: i resti di un'antica villa romana nelle Grotte di Catullo, la Rocca Scaligera e la chiesa di S. Pietro in Mavino, oltre a un suggestivo e romantico centro storico, spiagge organizzate dove poter praticare anche sport acquatici, hotel, alberghi e ristoranti.

? Sirmione, come arrivare

In auto si può prendere l'autostrada Milano/Venezia, imboccando poi l'uscita per Sirmione e raggiungendo in pochi minuti il centro della città in provincia di Brescia.

In aereo vi sono vari aeroporti tra cui scegliere, tra i quali ricordiamo quello di Bergamo, che dista una quarantina di chilometri da Sirmione, e quello di Verona, a breve distanza.

 

E ovviamente si può noleggiare con Rentall l’auto dei tuoi sogni con quest’offerta strepitosa ma valida pochissimi giorni! Contattaci subito!

FORD PUMA 1.0 Ecoboost Hybrid 125CV Titanium

Canone € 192 al mese !

 

? Cosa mangiare e bere a Sirmione

Le prelibatezze da assaggiare in città sono davvero tante e vale la pena dedicare del tempo alla degustazione di quanto più possibile. Affiancate dunque la visita della città ad un percorso di degustazione delle migliori preparazioni locali, non ve ne pentirete!

Ci sono davvero molte pietanze tipiche sulle tavole di Sirmione, ma ce ne sono alcune da non farsi assolutamente scappare. Vediamo quali sono!

Bigoli con le sarde del Garda
Uno dei piatti più apprezzati della cucina del Garda sono i Bigoli con le Sarde. Si tratta di un primo piatto davvero gustoso che unisce la particolarità del tipo di pasta con il pesce fresco pescato direttamente a pochi passi nel Lago di Garda.

Il carpaccio di trota
La trota è un pesce molto presente nella acque del lago. Il modo migliore per degustarne il suo sapore è mangiarlo crudo in carpaccio, condito con un filo di olio e aceto. Spesso viene servito in abbinamento a scaglie di parmigiano.

Arborelle alla griglia
La grigliata di pesce di lago è un must da provare in queste zone. In particolare vi consigliamo di provare le arborelle alla griglia, una piatto tradizionale della zona.

Zuppa di pesce di lago
Abbiamo ormai capito che a Sirmione il pesce di lago è il vero protagonista. Vale la pena assaggiare anche la versione di zuppa di pesce di lago. Un piatto saporito e nutriente, adatto anche alle giornate più fredde.

La Carbonèra
Questo speciale piatto è legato alla tradizione povera della zona. Si tratta infatti di un piatto a base di polenta, olio d’oliva del Garda e formaggio della zona, ingredienti che non mancavano mai nelle case dei contadini. Si può gustare calda o arrostita sulla griglia.

⚓ Cosa vedere a Sirmione

Castello Scaligero

Si tratta di una rocca la cui costruzione risale alla metà del XIII secolo, in epoca scaligera, con lo scopo di custodire l'unico punto d'accesso via terra al centro storico della città. La rocca è uno dei rari esempi di fortificazione lacustre ma anche uno dei castelli meglio conservati e più completi di tutta Italia.

Oltre alle tre torri e il mastio di quarantasette metri di altezza, è circondato da tutti e quattro i lati dalle acque del lago: questo dettaglio rende l'aspetto della rocca davvero suggestivo e quasi fiabesco. Si possono anche percorrere le ronde di camminamento e guardare uno splendido panorama del Lago di Garda salendo i 146 gradini di una ampia scalinata.

Grotte di Catullo

Nonostante il nome rimandi alle tipiche cavità sotterranee, il punto di interesse è una antica domus romana costruita tra la fine del I secolo a.C e il I secolo d.C. È una delle attrazioni imperdibili di Sirmione, un sito archeologico di grande importanza storica in quanto è il più rilevante esempio di villa romana dell'Italia settentrionale.

Prima degli scavi il sito era ricoperto dalla vegetazione, le parti visibili avevano l'aspetto di caverne, da qui il nome di "grotte". Non ci sono testimonianze certe ma pare che la villa fosse di proprietà di Gaio Valerio Catullo, che fa riferimento a possedimenti proprio a Sirmione in un carme.

Chiesetta di Sant'Anna della Rocca

A ridosso delle mura della rocca scaligera, questa piccola chiesa inizialmente aveva la funzione di cappella per la piccola comunità, per il Capitano e per circa venti guardie in servizio. La sua costruzione risale alla metà del 1300 ma, nel corso della storia, ha subito modifiche e arricchimenti: nel secolo XV secolo fu decorata con una volta a crociera e affreschi.
All'interno si trova una preziosa effigie della Madonna con Bambino, dipinta su pietra, che riporta anche lo stemma degli Scaligeri.

La chiesetta è molto frequentata ed è ancora oggi un luogo di raccoglimento e preghiera non solo per i cittadini ma anche per i turisti e i villeggianti.

Chiesa di San Pietro in Mavino

È una chiesa antichissima, i primi riferimenti a questo luogo di culto sono stati trovati in un manoscritto risalente al 756 d.C. Nel corso dei secoli ha subito modifiche e rifacimenti, in particolare nel periodo tra il 1300 e il 1400.
Gli interventi di ristrutturazione avvenuti in diverse epoche storiche si possono notare soprattutto esternamente, dove si distinguono architetture diverse, come le linee simmetriche della struttura e i rosoni tondeggianti e ampi, che appaiono molto più moderni rispetto al progetto originale.

Conservati all'interno della chiesa si trovano alcuni affreschi di importanza rilevante, tra cui la trilogia di San Michele e quello che rappresenta San Simone.

Terme

Sirmione è la più celebre località termale di tutto il Lago di Garda e una di quelle più frequentate e conosciute d'Italia.
Le acque termali di Sirmione sono da secoli utilizzate per cure termali e trattamenti di bellezza, hanno infatti proprietà benefiche che possono agire sul sistema cardiovascolare, osteoarticolare e respiratorio, sono inoltre usate nel trattamento delle affezioni dermatologiche e ginecologiche.

Ci sono diversi e numerosi centri termali a Sirmione tra cui scegliere, ma i più tradizionali sono le Terme di Virgilio e le Terme di Catullo.

Passeggiata delle Muse

Si tratta di una passeggiata pedonale che inizia proprio sotto le mura del Castello Scaligero ed è facilmente raggiungibile costeggiando le mura della Rocca.

È un percorso consigliato a tutti ma soprattutto alle coppie, poiché la spiaggia di ciottoli bianchi, l'acqua limpida del lago e l'abbondanza di fiori creano un paesaggio particolarmente suggestivo e romantico.
Percorrendo tutta la passeggiata, inoltre, si raggiunge il Lido delle Bionde e la punta della penisola.

Jamaica Beach e le altre spiagge

Poco fuori dal centro della cittadina c'è un luogo unico e incantato, una piccola spiaggia di pietra chiamata Jamaica Beach. Si raggiunge attraverso un sentiero che scende nella zona di ingresso del'area archeologica delle grotte di Catullo.

La spiaggia è particolare perché, a causa della mancanza di pioggia, a volte le acque del lago scendono di circa 30-60 cm e affiorano le lastre di pietra del fondale. Attraversandole, si avrà la sensazione di camminare proprio in mezzo al lago! A Sirmione ci sono anche altre spiagge che meritano una visita per la loro bellezza, come il Lido delle Bionde, caratterizzato da acque cristalline con ristorante, bar e la possibilità di noleggiare canoe e pedalò.